venerdì, Settembre 20

INCONTRO TRA CANDIDATI SINDACO A BIELLA – 2° ROUND

0

Chi segue la pagina saprà che ieri siamo stati al 2º incontro tra candidati sindaco di Biella organizzato dai bravi e volenterosi ragazzi di BI Young. Ecco le nostre impressioni. 

La location era la medesima del primo incontro ma a differenza dell’atmosfera da Cerino Zegna della volta passata, questo giro si respirava, finalmente, aria fresca.
Tutti molto più rilassati, meno formali e sicuramente più a loro agio. I 5 candidati si sono dimostrati ben disposti al dialogo, ma entriamo nel dettaglio. 

Dopo una rapida esposizione delle regole di dibattito, 3 minuti per parlare, 1 minuto bonus extra per rispondere, 2,5 minuti per ribattere, pausa, fai una giravolta e 2 piroette su te stesso… che sembravano le regole di un gioco di ruolo con Sheldon Cooper, siamo entrati nel vivo. 

Sul palco si sono alternati alcuni baldi giovini per sottoporre le loro domande.
-Ferrovie, collegamenti, Atap
-Formazione, istruzione, investimenti
-Eventi, manifestazioni, spazi giovanili
-bla bla bla

I candidati hanno risposto con argomentazioni a volte valide, altre volte aleatorie, paroloni per accontentare i presenti ma che sulla carta, scommettiamo, resteranno irrealistici e “casualmente” poco attuabili, dopo il 26 Maggio. (Sono politici, cosa pretendete?)

Se da una parte Cavicchioli si presentava al solito sicuro di sé, argomentando in modo tecnico e professionale, pure troppo, (forse quel bottone chiuso della giacca l’ha imbolsito oltre misura), dall’altra Deejay Corradino ribatteva con proposte strappa applausi, tra bus della notte, riapriamo le discoteche, facciamo tutti festa, passami il drink, bella raga e yo-yo fratello. 

E Gentile? Ancora una volta sembrava assente, quasi annoiato, tra ricordi nostalgici della sua giovinezza, ringraziamenti alle passate amministrazioni (erano necessari?) ma poche proposte concrete.
Dino, ti prego dicci qualcosa, incazzati, alza la voce, spara cagate, non so decidi tu ma facci sapere che ci sei… 

In tutto questo curioso botta e risposta si alternavano le proposte di Rinaldi, che ci ha ricordato come il tessile per quanto vanto e orgoglio è il passato e bisogna guardare al futuro, ovviamente senza dimenticare di portare a Biella i milanesi (ma sei fissato) e illuminare i giardini Zumaglini (se non lo dice almeno 1 volta al giorno succede qualcosa di brutto)

E Pizzi? Ovviamente l’ecologista de noàntri ha le idee chiare, chiarissime, oltre il verde. È sempre così piacevole sentirlo parlare, ci porta sempre tanta speranza “la plastica verrà abolita, fonti alternative, troppo spreco, bisogna rimediare, il tempo passa, l’alluvione, le cavallette, votate Pizzi e sarete salvati” … Abbiamo visto gente con la mano tra le gambe, toccare ferro e qualcuno pure pregare sottovoce. 

In conclusione si è detto tutto e il contrario di tutto, il tessile è vita, w il tessile, il tessile è il passato, basta tessile. Votate me e si farà sempre festa, votate loro e sarà tutto chiuso alle 21, facciamo la bretelle ferroviaria, puntiamo tutto su Milano, no.. puntiamo tutto su Torino. Insomma sembravano le estrazioni del lotto. 

Piccolo appunto finale ai ragazzi di BI Young, hanno fatto un buon lavoro ma la seconda parte con la parola ai giovani è stata più noisa di un intervento di Celentano, ma diamo atto che l’impegno c’è stato, alla faccia di chi pensa che la gioventù Biellese sia solo superficialità. 

PS: il buffet era un po’ poverello, per ricordarci che in fondo siamo comunque biellesi.
LBCP 

Comments are closed.