venerdì, Settembre 20

E’ GIUNTA LA GIUNTA A BIELLA

0

Ufficializzate le nomine degli Assessori a Biella, ecco la lista dei “magnifici” 7 (ogni riferimento al film e alla fine dei protagonisti è puramente casuale): 

Giacomo Moscarola avrà le seguenti funzioni: vicesindaco, sicurezza, polizia municipale, sport, piste ciclabili inutili, piccioni morti, neve, ghiaccio, pioggia, fulmini e saette, in più sarà coordinatore per Olimpiadi invernali del Favaro e nei ritagli di tempo, grazie a un costume confezionato da sua mamma, sorveglierà i giardini Zumaglini nelle vesti di Excavator-Man. 

Silvio Tosi gestirà il bilancio, calcolando che non ci sono soldi, gli forniremo una copia del nostro famoso gioco da tavola Biellopoli (variante laniera per povery del più blasonato Monopoli) così.. per far pratica.

Barbara Greggio avrà il ruolo di assessore al commercio, sarà dura seguire gli 8 negozi rimasti. Avrà a corredo un pallottoliere come il Visconte Cobram per depennare le chiusure. 

Gabriella Bessone, Istruzione, Asili ecc, in effetti con certi atteggiamenti da asilo nido avrà il suo bel da fare anche a Palazzo Oropa. 

Isabella Scaramuzzi, Politiche Sociali, Politiche Abitative e Famiglia. Ci riserviamo i commenti per un futuro prossimo, ora ci mancano troppi elementi per dissentire ma arriveremo anche da lei, nessuno è escluso. 

I lavori pubblici sono andati a Davide Zappalà di FdI che pare abbia accolto la notizia con euforia al grido di “prima i cantieri italiani”. Praticamente ad ogni buca o dosso che prenderemo in auto sarà il suo il volto da visualizzare. ATTENZIONE, per i primi mesi ci sarà comunque una proroga e sarà ammesso visualizzare il volto dell’assessore precedente. 

La presidenza del consiglio invece sarà nelle mani di Marzio Olivero, qualcuno dice che si stia allenando in balcone da mesi con il campanellino. 

Massimiliano Gaggino, l’unico parrucchiere pelato d’Italia sarà assessore a cultura e spettacoli, essendo lui di Forza Italia come minimo vogliamo le veline ad ogni evento. Sperando faccia un buon lavoro e non ci costringa a portargli il Tapiro d’oro. 

Questo è quanto, piccola postilla: pare che ci siano state delle lamentele tra le forze politiche in causa e alcuni siano rimasti a bocca asciutta, poco male, si consoleranno con una birra fresca, Bolle di Malto si avvicina. 

LBCP 

Comments are closed.