mercoledì, Settembre 23

[Articolo] L’ADOLESCENZA IN CODA AL MASTER CLUB – LBCP Amarcord

9

Come sembrano lontani gli anni 90, quando la città era viva e pulsante, il centro un luogo d’incontro e la discoteca più IN a pochi passi da tutto. Erano gli anni delle eterne code all’ingresso del Master Club. Quando, con gli amici, ci si ritrovava in piazzetta o si aspettavano quelli troppo giovani, accompagnati dai genitori fino all’ingresso, pronti poi a recuperarli a tarda notte, spazientiti per l’attesa in tripla fila.

Gli anni dei preparativi, il jeans nuovo, l’abbigliamento giusto, il tutto sperando di non dover passare la serata fuori dalla porta, al freddo, stretti come sardine ma tenaci e vogliosi di infilarci in quello stanzino fumoso in centro città.

Gli anni in cui, ammassati sulla strada, ci si conosceva, ci si studuava, le scarpe di quello, la camicia dell’altro, sussurrando a bassa voce: “Se entra lui conciato cosi, entro anche io”… e poi Gigi o Stefano che si affacciavano, scrutavano, sceglievano, indicando persone apparentemente a caso, con la folla che si apriva a far passare i “fortunati”… che sorridenti e altezzosi sfilavanodavanti a tutti.

Quella curiosa selezione la ricorderemo per sempre perché rendeva il “gioco” ancora più divertente e frustrante ma per noi quella era la serata, suddivisa tra dentro e fuori, con il piacere dell’attesa a rendere tutto ancora più intenso. Cercare di piacere, di piacersi, di essere simpatico e disponibile per non rischiare di tornare a casa solo con il ricordo del freddo.

E poi c’era finalmente il locale, stupendo ai nostri occhi, grazie anche alla fatica estenuante di aver guadagnato l’ingresso, il guardaroba, la saletta con il bar, l’angolo del biliardo sempre occupato e poi la pista da ballo, che a luci accese era poco più grande di un garage ma con la giusta atmosfera sembrava immensa.

Gli spintoni, gli sguardi, ritrovando quelli che un attimo prima ti erano passati davanti alla selezione, ma poco importava, eravamo tutti dentro, tutti pronti a far serata, in quel piccolo “buco” in mezzo a Biella, tutti schiacciati e frastornati a sudare per una vodka o una birra.

E poi via, in pista, con il DJ ad alternare classici dell’epoca da I Was Made for lovin’you dei Kiss a I love rock n roll di Joan Jett per passare a veri propri tormentoni che coinvolgevano tutti. E non ce n’era uno che durante la sigla di Heidi, al fermarsi della musica, non urlasse: “TROIA”.

Musica vera, con le casse spinte al massimo per il Rock dell’una e i bassi amplificati per All That She Wants degli Ace of Base. Tutto era perfetto, era l’atmosfera di chi voleva far festa facendo festa.

Quando ancora nei locali si fumava, quando l’aria era irrespirabile, noi facevamo carte false per esserci, per spintonarci davanti al bancone del bar, per salutare la bella di turno, perderla in pochi metri quadri e ritrovarla sui divanetti con qualcun altro, fingendo che non ci importasse e cercando invano di raggiungere i bagni dall’altra parte della pista, sempre affollata.

Gli anni del Master per la nostra generazione sono stati gli anni delle serate tra amici, il sabato a far tardi e il mitico martedì, tutto sembrava più vero, più vivo, non c’erano cellulari, whatsapp, Facebook, non c’erano PR, volantinaggio e serate a tema, c’era il Master e ci bastava, si partiva per il centro città anche da soli, per ritrovare gli amici di sempre, la compagnia giusta, sapendo che sarebbero stati li, per una serata super o al massimo, un’attesa infinita… sperando di entrare.

LBCP

 

9 commenti

  1. [url=http://skoperations.site/q_demo_account.php]New search engine. – 1000 000$ [/url]

    Stocks funds fluctuate even more in value, so these people the riskiest; but have high profit potential (growth). Once you’ve done that, you can pretty much decide for you to invest in yourself.
    1000 000

    Today, I simply want acquire some a break to permit you know we have though not always been the woman that I’m today! My entrepreneur journey started completely and exercises, diet tips a lot of ups and down. Air cleaner will add I can recall a many of nights in which there were sleepless nights, a lot of tears falling and to top it all off, We no clue what To become doing. I will even go so far as to say that I still were somewhat cluttered mind. So, when I started my company, I couldn’t figure out for lifestyle of me why everyone kept arriving at me demanding a link up. Well, it was until whenever i began take a look at a try the mirror at things i was doling out and had been plan as day, that i was still trying to be effective my company on FREE stuff, and deep price reduction.

  2. call on people who have fallen into serious illnesses would have helped them to have many poor people and have the illness to help you if you could not help them to help them thank you very much
    it is important to be united for the economy of our country and to develop it so that we can and will have peace of mine for the earth thank you
    카지노

  3. children should not hurt that they should be aware of what is right and wrong not to be in pain as we love them and give them the value
    When I’m young I’m lazy I’m studying I do not care to my parents so now I’m great I’ve learned that it’s really important that you’re learning while you’re young you learn how to improve your life
    오바마카지노

  4. respecting older ones is a good job as a child because respect is the one who will be able to live in life
    I have a lot of friends but they are not all trustworthy you can usually trust a few if you have a good friend to protect them because they break your trust. It’s harder to see good times to love so love your friend
    바카라

Lascia un Commento